Washington annulla le discussioni con i talebani dopo aver vietato l’istruzione secondaria per le ragazze

Gli Stati Uniti hanno annunciato venerdì che avrebbero annullato i colloqui con i talebani a Doha, in Qatar, sulla decisione di bandire le ragazze afghane dalla scuola secondaria.

• Leggi anche: Ragazze afghane improvvisamente private della scuola dai talebani

• Leggi anche: Parigi condanna la decisione di vietare alle ragazze di frequentare la scuola in Afghanistan

“Abbiamo annullato molti dei nostri impegni, incluso l’incontro programmato a Doha per il Forum di Doha, e abbiamo chiarito che consideriamo questa decisione come un potenziale punto di svolta nel nostro impegno”, ha affermato Jalina Porter, a porte chiuse dal NOI. Ministro degli Affari Esteri.

Il Forum di Doha si svolge sabato e domenica nella capitale del Qatar.

I talebani, al potere in Afghanistan dall’agosto 2021, mercoledì hanno ribaltato la decisione di consentire alle ragazze di studiare nei college e nelle scuole secondarie, a poche ore dalla riapertura di questi luoghi, annunciata da tempo e senza una spiegazione chiara, mentre molti studenti sono in classe.

“Questa decisione dei talebani, se non revocata immediatamente, danneggerà gravemente il popolo afghano, le prospettive di crescita economica del Paese e le ambizioni dei talebani di migliorare le relazioni con la comunità internazionale”, ha aggiunto la porta.

“Nell’interesse del futuro dell’Afghanistan e delle relazioni tra i talebani e la comunità internazionale, esortiamo i talebani a onorare i loro impegni nei confronti del loro popolo”, ha continuato.

Gli Stati Uniti sono “con le ragazze afghane e le loro famiglie, che vedono l’istruzione come un mezzo per realizzare il pieno potenziale della società e dell’economia dell’Afghanistan”, ha affermato.

Al Consiglio di sicurezza dell’ONU, l’ambasciatrice degli Emirati Arabi Uniti (UAE) Lana Nusseibeh ha denunciato “decisioni arbitrarie” delle nuove potenze dell’Afghanistan, in una dichiarazione a nome di dieci paesi (EAU, Norvegia, Albania, Brasile, Francia, Gabon, Irlanda, Messico, Regno Unito e Stati Uniti).

La mossa è stata “un’inversione degli impegni presi dagli stessi talebani nelle ultime settimane e mesi” e una “battuta d’arresto profondamente preoccupante”, ha aggiunto.

“L’istruzione è un diritto universale per tutti i bambini e include le ragazze in Afghanistan”, ha affermato.

L’Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Michelle Bachelet, e il direttore generale dell’Unesco, Audrey Azoulay, hanno denunciato nei giorni scorsi anche il divieto alle giovani donne afghane di tornare a scuola.

Giovedì, sei paesi occidentali e l’Unione europea avevano chiesto in una dichiarazione congiunta sui fondamentalisti islamici di “revocare immediatamente” la loro decisione.

Francia, Italia, Norvegia, Stati Uniti, Canada e Regno Unito, nonché l’Alto Rappresentante dell’Unione Europea, hanno avvertito che questa scelta avrebbe “conseguenze ben oltre il pregiudizio nei confronti delle ragazze afghane” e potrebbe minare le ambizioni dell’Afghanistan “di diventare un membro della società della nazione.” -nazione rispettata”.

La Norvegia aveva ospitato colloqui a gennaio tra diversi paesi occidentali ei talebani, in cerca di riconoscimento e finanziamenti internazionali mentre il paese precipitava in una grave crisi umanitaria.

Da quando hanno preso il potere, i talebani hanno fortemente limitato i diritti delle donne all’istruzione e al lavoro.

La decisione di vietare il ritorno delle ragazze all’istruzione secondaria sarebbe arrivata dopo un incontro di martedì sera di alti funzionari a Kandahar (Sud), luogo di nascita e di fatto motore del movimento fondamentalista islamico.

Gli osservatori temono che i nuovi maestri del paese vieteranno di nuovo la scuola per le ragazze, come hanno fatto durante il loro primo regno, dal 1996 al 2001.

Ora sono consentite solo le classi delle scuole elementari per le ragazze.

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.